Il turbante torna a conquistare l’alta moda

Il turbante torna a conquistare l’alta moda

Il copricapo nato in Persia con inclinazioni maschili è diventato presto alleato di quante amano mistero ed esotismo. Il turbante, meglio se di seta, annodato davanti oppure dietro, stampato o tinta unita, ha un che di modesto e di potente. Vela il capo come sempre fu imposto al gentil sesso, per grazia e ritrosia, ma è anche indice di una forte personalità, perché una donna con il turbante non passa certo inosservata.

Non è un caso che con il turbante la moda ci giochi spesso: è uno di quegli accessori che ciclicamente ritornano. È stato il meraviglioso Alessandro Michele di Gucci a sdoganarlo, facendone elemento importante dei suoi mix ultradecorativi ad alto tasso di romanticismo vintage.

Marc Jacobs, nel suo ultimo show non ha lasciato un solo look sprovvisto di turbante. Ma ci sono anche turbanti bellissimi con scopi bellissimi, come la collezione Dee di Vita nata lo scorso anno dalla collaborazione tra Mantero seta e ospedale San Raffaele, pensata per regalare alle malate oncologiche un accessorio magico ed elegante che le faccia star bene con se stesse nei momenti in cui lo spirito è più provato.

 

Lascia un commento

Animated Social Media Icons by Acurax Wordpress Development Company
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram