Il blu, un colore considerato “sacro”

Il blu, un colore considerato “sacro”

Le origini del blu risalgono agli antichi egizi, i quali facevano largo uso di questo colore.

Lo amavano perché lo consideravano un colore divino, gli stessi faraoni egizi, in quanto personificazioni degli dei, portavano barbe e parrucche blu e molti dei loro sarcofagi e maschere funerarie sono dipinti di blu.

Avevano imparato a ricavarlo artificialmente, il noto “blu egizio” era il risultato del miscuglio di sabbia, rame e carbonato di soda cristallizzato.

Nel 1.100 lo storico Pastoureau ha teorizzato il punto di svolta del colore blu e il primo segnale che qualcosa stava cambiando nell’“importanza” del blu per la pittura si è riscontrato nel mantello della Vergine. Precedentemente era stato dipinto quasi sempre di bruno, violetto o bianco poi è diventato ovunque di un bel blu chiaro e luminoso trasformandosi in un simbolo di purezza e misericordia.

Lascia un commento

Social Media Widget Powered by Acurax Web Development Company
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram